ISPRA A VALORE AGGIUNTO

Promosso il territorio con l’organizzazione di eventi come Infiorita, C’erano una volta le fornaci, le mostre al Castelbarco, le giornate del Fai di Primavera, e già finanziati i lavori per valorizzare il centro storico, ora è il momento di risistemare la zona di via Fermi e creare il progetto “centro commerciale diffuso”: tutte le attività imprenditoriali del nostro paese in un’unica rete per rendere Ispra ancora più competitiva.

ECCO CIO’ CHE VOGLIAMO FARE:

  • Valorizzazione e sostegno delle attività commerciali sul territorio

Lo strumento “centro commerciale diffuso” (che comprende tutte le attività commerciali sul territorio isprese, centro storico e periferia), sperimentato in altre situazioni simili per struttura e superficie, potrebbe essere una buona risorsa. Il percorso dovrà essere necessariamente frutto di condivisione con gli esercenti del territorio e le associazioni di categoria.

    • incentivi per il riutilizzo degli “spazi vuoti” (sfitti o non utilizzati).
    • creazione di un marchio commerciale territoriale, al fine di migliorare l’identificazione di questo “nuovo” sistema commerciale.
    • coordinamento e coinvolgimento di associazioni, commercianti e operatori locali per l’organizzazione di eventi, campagne pubblicitarie, percorsi tematici ed iniziative di fidelizzazione del cliente.
    • realizzazione di un portale on-line per la promozione commerciale e utilizzo dei social media per una maggiore visibilità.
  • Valorizzazione e riqualificazione del centro paese
    • riqualificazione della piazza Felice Ferrario e piazza Vegè.
    • riqualificazione della ripa solitaria e dei percorsi da e per il lungo lago.
    • completamento tratti ciclopedonali nell’ambito del progetto connettere i centri al centro, nella direzione di “accorciare” le distanze da e per il centro paese.
    • ideazione di incentivi per promuovere la riqualificazione del centro (riduzione oneri, sconti fiscali), anche attraverso la creazione di un possibile “Fondo Centro Storico” costituito da uno standard strategico monetario (una % del contributo di costruzione) connesso alla realizzazione delle maggiori trasformazioni del territorio (ambiti di trasformazione, permessi di costruire convenzionati…).
  • Valorizzazione e riqualificazione di via Fermi
    • riqualificazione della viabilità principale e secondaria di via Fermi.
    • completamento tratti ciclopedonali nell’ambito del progetto connettere i centri al centro.
    • incentivi per promuovere il riordino degli immobili commerciali e dell’arredo urbano.
  • Promozione dell’attrattività del territorio anche attraverso la valorizzazione del patrimonio di archeologia industriale (le Fornaci), dei monumenti (in particolare il Mausoleo del Castelbarco) e delle ville storiche e dei giardini.
  • Promozione delle iniziative culturali anche attraverso il rafforzamento dei rapporti di collaborazione con le diverse realtà associazionistiche del territorio, con il Sistema Bibliotecario dei Laghi, con Unitre e con il CCR.
TORNA AL PROGRAMMA