COMUNITA’ È TENERSI PER MANO

Il centro anziani è ripartito come nuovo polo di aggregazione e di prevenzione. Dopo il centro prelievi, l’ambulatorio di senologia, e i gruppi di cammino, è il momento di nuovi servizi, come l’accompagnamento per la spesa, la consegna dei pasti a domicilio, il progetto “adotta un amico” e lo sportello di ascolto e informazione.

La coesione sociale è un elemento fondamentale per la crescita in armonia di una Comunità, perché la società cresce quando nessuno resta indietro.

ECCO CIO’ CHE VOGLIAMO FARE:

  • Anziani e disabilità ampliamento di assistenza a domicilio
    • L’obiettivo è aumentare il sistema di assistenza domiciliare che consenta all’anziano e al disabile, la permanenza il più a lungo possibile nel proprio ambiente familiare.
    • Servizi di trasporto da e per le strutture sanitarie.
    • Servizi di accompagnamento per disbrigare le incombenze domestiche, la spesa, il riassetto dell’abitazione.
    • Distribuzione dei pasti a domicilio e progetto “Adotta un amico” per condividere spazi di vita con le persone sole.
  • Minori

Il servizio di tutela e pretutela interviene nel momento in cui la situazione è divenuta critica. Si vuole insistere sulla parte preventiva che deve essere attivata al fine di evitare che la situazione peggiori, spesso è sufficiente l’attenzione specialistica del personale che in quel momento particolare accompagni il nucleo familiare oltre la crisi rendendolo autosufficiente.

  • Regolamentazione del servizio TRASPORTI e acquisizione di un nuovo mezzo tramite associazione.
  • Costituzione di uno sportello aperto tutti i giorni di INFO/AIUTO per tutte le domande dei cittadini e per gestione del servizio trasporto/pasti al domicilio.
  • Casa e dintorni

Abitazioni e progetti di housing sociale

    • L’assegnazione di alloggi pubblici è stata normata da specifico regolamento comunale e garantirà anche in futuro la regolarità delle assegnazioni.
    • Progetto di housing sociale che rende disponibili alcuni appartamenti, di proprietà comunale e/o privata, finalizzati ad accompagnare le persone fragili verso l’autonomia abitativa e la gestione autonoma.
  • Assegnazione di risorse economiche in modo mirato e puntuale attraverso progetti di dote comune.
  • Razionalizzazione ed implementazione dell’offerta sociale.

I servizi alla persona devono essere mantenuti in efficienza e sincronizzati con le esigenze della vita quotidiana. Il rischio da evitare è quello di non riuscire ad intercettare il bisogno.

  • Il gioco d’azzardo, serio problema di salute pubblica, verrà contrastato ulteriormente con iniziative di prevenzione e di aiuto alle persone con dipendenza e alle loro famiglie.
TORNA AL PROGRAMMA